domenica 31 agosto 2014

Riguardo al fare cose fuori dagli schemi...

Lo confesso, non è che io sia poi la più grande sostenitrice che esista al mondo del dover fare cose fuori dai propri schemi.
O "out of your system", come si dice in inglese. O "oeuv foera da la cavagna" (uovo fuori dal cesto), come si dice in piemontese.
Non nego che sia una pratica che possa avere la sua utilità, ma mi pare che oggigiorno sia anche un po' troppo sopravvalutata.
L'impressione è che la nostra società ci spinga a diventare delle specie di supereroi new age, proclamando che il trucco consista semplicemente nello scivolare nella corretta forma mentis e dopodiché si sarà in grado di poter fare qualunque cosa si desideri - pompando all'inverosimile i propri talenti (molto) nascosti al grido del mantra "Volere è potere".
Beh, io non ci credo.
Non dico che non ci si debba sforzare di fare qualunque cosa in nostro potere per realizzare i nostri sogni (e del resto è ciò che sto facendo pure io); ma non è vero che sia solo puramente questione di volere, per poi riuscire ad ottenere qualunque cosa.
E' anche una cosa piuttosto pericolosa da proclamare: non possiamo fare tutto ciò che ci sogniamo, non abbiamo a nostra disposizione tutti i talenti che vorremmo avere - e di questo dovremmo in ogni caso essere pienamente consapevoli.

mercoledì 27 agosto 2014

Barter Books: treni, libri, gatti neri e keep calm

Ognuno ha la propria personale definizione di Paradiso, coerente con le proprie passioni più grandi.
Chi ama i libri spesso si immagina di poter rimanere rinchiuso a tempo indeterminato in biblioteche labirintiche, dove non si capisce se le mura esistono o se sono fatte di scaffali di libri, dove ci sono pile altissime di volumi, dove si possono trovare tutte le storie che da sempre si hanno in lista da leggere, e poi altre ancora, sconosciute fino a quel momento ma pronte per essere amate non appena ci si tufferà fra le loro righe aprendone la copertina.
Chi ama i libri, l'Inghilterra e si sente a proprio agio fra un tocco di vintage, dovrebbe visitare Barter Books ad Alnwick, nel Northumberland.

sabato 23 agosto 2014

Grado e la gatta (ri)innamorata del mare...

Non sono un animale da spiaggia, chi mi conosce lo sa.
Qualcuno se ne stupisce e lo considera strano, probabilmente perché è nato e cresciuto in una tribù di animali da spiaggia e ha sempre frequentato solo animali da spiaggia - finché non ha incontrato me, bestia rara che sotto l'ombrellone si annoia, che ricerca le lande brumose e malinconiche dell'Inghilterra esattamente come un moscerino ricerca la luce, ronzandoci contro, attratto come una calamita, come un desiderio primordiale.
Eppure non è sempre stato così.

domenica 17 agosto 2014

Torino a Ferragosto

C'era un tempo in cui Torino a Ferragosto era una città fantasma.
Era il tempo in cui l'equazione Torino = FIAT era strettissima ed imprescindibile, priva di alternative: Torino viveva di FIAT, era un villaggio costruito attorno alla FIAT.
In agosto chiudeva la FIAT e chiudeva anche Torino.
Tutti al mare: i Piemontesi in Liguria, i meridionali immigrati per lavorare alla linea di montaggio tornavano a casa.
I negozi avevano le serrande abbassate e persino i piccioni facevano la fame.
In quel tempo nessuno si era ancora accorto che Piazza Castello fosse bella, quindi nessuno si stupiva nel vederla vuota.

lunedì 11 agosto 2014

Il Castello di Alnwick e il marketing turistico del Duca del Northumberland

Se devo essere sincera, io il Castello di Alnwick nemmeno sapevo che esistesse.
E' stata Ginger Cat che, mentre organizzavamo il nostro viaggio nell'Inghilterra del Nord-Est di quest'anno, ha scoperto che non solo è il castello che è stato usato per effettuare le riprese esterne di Hogwarts, ma che, fra le numerose attrazioni che mette a disposizione per i suoi visitatori, ci sono anche delle lezioni di volo a cavallo di una scopa, proprio come si fa al primo anno della Scuola di Magia e Stregoneria.
Lezioni di volo sulla scopa? Accidenti.
Siccome la mia parte nerd non fa proprio nessuno sforzo per nascondersi (tanto che a volte mi sorge il dubbio di non avere, in effetti, una parte non-nerd...), lo abbiamo immediatamente inserito in itinerario.

mercoledì 6 agosto 2014

Danzica, una bomboniera a sorpresa

Credo sia vero quando si dice che le aspettative siano la causa di tutte le delusioni.
Però, al tempo stesso, è anche vero (seppure in maniera un po' lapalissiana) che, quando le tue aspettative non sono del tutto ben definite, si finisce per essere più propensi ad essere sorpresi in termini positivi.
Della Polonia, lo confesso, non ho mai saputo granché.
Per me questo paese l'ho sempre solo associato ad una delle mie più care amiche - un'anima affine la cui penna si è incrociata con la mia 12 anni or sono, e che, anche se non ci eravamo mai incontrate di persona fino ad ora, per me è sempre stata una figura importante, perché tramite le nostre lettere abbiamo avuto modo di capirci e conoscerci a fondo, tra tutti i traguardi e le disavventure che abbiamo incontrato durante questi anni, tra tutte le nostre luci e le nostre ombre.
Non è affatto poco, certo.
Ma del paese in sè, da un punto di vista strettamente turistico, o anche solo geografico, le mie conoscenze erano penosamente carenti.
Tanto da non sapere, per l'appunto, esattamente che cosa aspettarmi.
Forse noi Occidentali abbiamo un po' la tendenza a relegare tutti i paesi ex comunisti in una sorta di calderone - un po' come se l'utopia sovietica di livellarli tutti e di renderli tutti standardizzati, cancellando identità e peculiarità del singolo, si fosse infine compiuta.
Ma questo non è altro che il classico stereotipo che deriva dal puro e semplice fatto di non conoscere abbastanza.

venerdì 1 agosto 2014

Berwick-upon- Tweed, sospesa a metà

Berwick-upon-Tweed ha il fascino delle cose sospese a metà.
Quando una persona viene definita "né carne né pesce", di solito lo si intende con un'accezione negativa, come qualcosa privo di forma o di direzione, senza una personalità spiccata e pertanto come qualcosa che evoca indifferenza. 
Però, secondo me, nell'essere sospesi a metà c'è anche un enorme potenziale, un poter riuscire ad essere entrambe le cose fra cui si è sospesi, rappresentando una sorta di conciliazione, di nodo di congiunzione fra due elementi che solitamente sono considerati diversissimi fra loro, se non addirittura opposti.
Beh, Berwick-upon-Tweed non è né inglese né scozzese.